L'Associazione Italiana Giovani Avvocati Sez. di Parma si propone di:

  • tutelare i diritti dell’avvocatura, garantire ai praticanti e ai giovani avvocati una idonea formazione professionale, agevolarne l’accesso all’esercizio della professione forense;
  • vigilare sul rispetto dei diritti fondamentali della persona ed in particolare sul diritto ad una effettiva difesa e ad un processo equo e di ragionevole durata;
  • rafforzare la funzione difensiva sia nella giurisdizione statale che nelle modalità alternative di risoluzione delle controversie;
    diffondere i valori della professione forense, riaffermandone la rilevanza costituzionale e la specificità nei processi di integrazione con le realtà sociali ed economiche;
  • promuovere lo sviluppo delle competenze forensi e l’armonizzazione delle norme professionali in campo internazionale, anche attraverso il coordinamento con l’AIJA.

Per raggiungere tali scopi, l’Associazione organizza attività scientifiche e culturali; promuove e mantiene rapporti con le rappresentanze del mondo forense e giudiziario, istituzionali e politiche, sociali e culturali; studia, propone e sostiene soluzioni, anche normative, corrispondenti all’evoluzione della domanda di giustizia e della professione forense; promuove e sostiene la presenza della giovane avvocatura nelle istituzioni e negli organismi forensi e giudiziari.

Chi si occupa di associazionismo forense e chi legge i principali quotidiani economico – giuridici (“Il Sole 24 Ore” e “Italia Oggi”), sa che l’Aiga (Associazione Italiana Giovani Avvocati) è una realtà associativa solidamente affermata a livello nazionale, che ha come scopo naturale quello della tutela degli interessi dei giovani avvocati oltre che della giustizia (e quindi dei suoi utenti, cioè tutti i cittadini) e della classe forense in generale. L’Associazione, fondata il 7 giugno 1966, ideata e promossa da Tommaso Bucciarelli, conta oltre cento sezioni in tutta Italia (elenco completo su http://www.aiga.it/) e in Emilia Romagna sono presenti, oltre a quella di Parma, le sezioni di Piacenza, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Cesena, Ravenna e Rimini.

Fra gli scopi della nostra sezione, oltre a quelli sopra indicati, vi è quindi quello di consentire ai giovani avvocati di Parma di partecipare alla vita associativa forense oltre che a livello locale, anche a livello regionale e nazionale.

L'essere socio Aiga, infatti, per noi deve comportare una partecipazione alle decisioni dei giovani avvocati italiani e non certo un mero adeguamento a deliberazioni e indicazioni prese da altri. Dunque ciò che deve interessare al socio Aiga non è solo sapere cosa sostiene l’Aiga relativamente ai diversi argomenti affrontati, ma soprattutto discutere e decidere cosa i giovani avvocati di Parma vorranno proporre e sostenere nei direttivi nazionali dell’Aiga stessa.